Tribunale di Lecce

CONCORDATO PREVENTIVO 13/14

Dati annuncio

Tipologia di vendita: S.I.
Data vendita S.I.: 11/07/2018
Orario vendita S.I.: 10.45


Giudice:
Giancarlo Maggiore

Liquidatore:
Cosimo Ruppi
Tel. 0832/311144
Cell. -

Email: cosimoruppi@gmail.com


Allegati:


Lotti

Lotto 1 - Compendìo immobiliare

Piena proprietà per la quota di 1000/1000 di complesso immobiliare in Via Kennedy, zona industriale Km 4, composto da 3 corpi di fabbrica (opificio, palazzina per servizi ed alloggio custode, locali tecnici) con ampio scoperto circostante in cui sono stati realizzati 8 gazebo amovibili del tipo pagoda, con strutture portanti in ferro e copertura in telo plastificato, delle dimensioni ognuna di m. 10x10 ed altezza m. 3,50, ed una tettoia di forma rettangolare con struttura portante in ferro su cui è installato un impianto fotovoltaico da 198,03 kwp. La società ha venduto la proprietà superficiaria dell'impianto fotovoltaico posto sul lastrico solare di una tettoia nello scoperto dell'opificio sito alla zona industriale. Tale impianto occupa l'intera area solare e misura ca mq. 2.280. Tale diritto è quindi la proprietà superficiaria e quindi il diritto di mantenere tale costruzione è duraturo per anni 23 e quindi fino allo 01.08.2034, termine finale comunque determinato dalle parti. Al termine del contratto la proprietà superficiaria tornerà alla società venditrice con tutto quanto esistente e quindi con l'intero impianto anche se interamente sostituito e ed altra cosa mobile che compone l'impianto, senza eccezioni e senza alcun diritto per la società di leasing. NCT intera area:  fgl. 174, p.lla 2, ente urbano, estesa ha. 1.81.72; NCEU fgl. 174, p.lla 676, ctg. D/1, p.t., via Portogallo; fgl. 174, p.lla 2 sub 2, ctg. A/3, cl. 3, vani 5,5 al 1°p., rendita € 426,08; p.lla 2 sub 3, ctg. D/1, p.t-1° rendita € 33.854,00; p.lla 2 sub 4, p.t., il tutto zona industriale. Descrizione stato dei luoghi (febbraio 2014): L’opificio propriamente detto è costituito da più capannoni affiancati, realizzati con elementi strutturali prefabbricati in c.a. sia per le pareti che per le coperture, di diversa altezza a seconda dell’utilizzo per il quale sono stati progettati. L’immobile è in buone condizioni statiche, non sono visibili lesioni o infiltrazioni d’acqua, anche le coperture sono integre, così come le coperture trasparenti in policarbonato e vetro; Tutti i locali lavorazione e accessori sono dotati di impianto antincendio a norma le cui tubazioni sono collegate a riserva idrica interrata con impianto di pompe di spinta nel locale tecnico; per tale impianto antincendio vi è il certificato di prevenzione incendi prot. 6869/ in corso di validità. In adiacenza ai capannoni, è stata realizzata la palazzina uffici composta da 2 piani fuori terra. Il p.t. è esteso in tutto mq. 200 ca lordi e al p.1° insiste abitazione del custode estesa mq. 170 ca oltre a mq. 50 di scoperto a livello e mq. 20 di vano scala. La sup. lorda in pianta del complesso dei capannoni misura mq. 4217 ca. Sono inoltre stati realizzati una tettoia di ca mq. 77; un’altra tettoia di ca mq. 100 addossata al capannone magazzino di ca mq. 45 con struttura amovibile. Lo scoperto esterno di pertinenza è recintato, completamente asfaltato ed in buono stato di manutenzione. Porzione al p.t. e 1°p. - identificata A1 del certificato planimetrico: concessa in locazione a società terza, giusto contratto temporaneo con obbligo di rilascio, richiesto dagli organi della procedura dandone preavviso a mezzo R.R., alla parte conduttrice almeno 30 gg prima. Tale contratto ha durata 6 anni automaticamente rinnovabile a partire dal 15.03.14. Canone annuo pattuito € 48.000,00 oltre iva. Porzione di capannone - identificata A2 del certificato planimetrico: concessa in locazione a società terza, giusto contratto temporaneo con obbligo di rilascio, richiesto dagli organi della procedura dandone preavviso a mezzo R.R., alla parte conduttrice almeno 60 gg prima. Tale contratto in deroga alla disciplina vincolistica di cui all’art. 27 L. 392/78 ha durata 1 anno prorogabile di anno in anno a richiesta della conduttrice a partire dal 18.03.16. Canone annuo pattuito € 30.000,00 oltre iva. P.E.: C.E. n. 86/02 dell’11.03.02; permesso di costruire n. 231/2008 del 14.05.08 e successivamente permesso di costruire n. 499/2010 del 22.10.10. Per 2 gazebo non è stato rilasciato p.d.c. e, sulla planimetria catastale, non è stata riportata il corpo a sud dell’edificio. Per il lotto 1: trattandosi di vendita forzata, la vendita non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità ex art. 2922 c.c., anche con riferimento alla L. 47/85 e successive modifiche, nonché al DPR. 380/2001, a vincoli o servitù, abitabilità, licenze, permessi, e autorizzazioni di qualsiasi genere, nonché alle disposizioni in materia di sicurezza dei luoghi e degli impianti ivi esistenti; eventuali adeguamenti per difformità alle prescrizioni di legge, ad atti della PA e regolamenti saranno ad esclusivo carico dell’aggiudicatario. Si specifica: che a mente dell’art.107, L.F. per gli immobili realizzati in violazione della normativa urbanistico edilizia, l’aggiudicatario, potrà ricorrere, ove consentito, alla disciplina dell’art. 40 della legge 28.02.85, n. 47 come integrato e modificato dall’art. 46 del D.P.R. 06.06.01, n. 380, purché presenti domanda di concessione o permesso in sanatoria entro 120 gg. dalla notifica del decreto di trasferimento.

Gli immobili di cui sopra vengono venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, tutto, come meglio descritto nell’elaborato peritale depositato dal c.t.u. e disponibile per la consultazione, unitamente alla presente ordinanza, sui siti internet: pvp.giustizia.it/pvp e www.oxanet.it che deve essere consultata dall’offerente, ed alle quali si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. L’aggiudicazione non produrrà alcun effetto traslativo, e pertanto il trasferimento del bene sarà effettuato solo con gli adempimenti di cui all’art. 107 Co.3 L.F., e solo previo deposito a mani del liquidatore giudiziario del saldo prezzo. La vendita verrà formalizzata tramite decreto di trasferimento limitatamente al lotto 1 e atto notarile di compravendita c/o Notaio Rocco Mancuso da Lecce entro e non oltre 30 gg. dal versamento del saldo prezzo limitatamente al lotto 2. In caso di aggiudicazione, ove necessario, l’immobile dovrà essere dotato di attestato di prestazione energetica prima della stipula dell’atto di trasferimento. Le spese per la predisposizione di tale attestato, ove non presente, saranno a carico dell’aggiudicatario. Regime fiscale: gli oneri fiscali e le altre spese di vendita ed aggiudicazione sono a carico dell’aggiudicatario. Sono a carico della procedura esclusivamente le spese di cancellazione dei gravami. Il soggetto interessato può chiedere al Liquidatore la prenotazione di una visita esclusivamente tramite il Portale delle Vendite Pubbliche (https://pvp.giustizia.it).

Prezzo base: € 2.900.000,00
Prezzo base ridotto: € -
Rilancio minimo: € 50.000,00
Prezzo di stima: € -
Cauzione: € 290.000,00
Spese: € -

Immagini allegate

Indirizzo: Via Kennedy - Lecce (Lecce)


Lotto 2 - Fabbricato

Piena proprietà per la quota di 1000/1000 di porzione di fabbricato costituito da 2 piani interrati, 1° e 2°, autonomi ma facenti parte di un fabbricato a 2 piani fuori terra fra le vie G. Leopardi e via G. Chiriatti. NCEU fgl. 213, p.lla 1379 sub 30, ctg. C/6, cl. 4, mq. 442, via G. Chiriatti, p.S1, rendita € 2.822,74; p.lla 1379 sub 38, ctg. C/2, cl. 3, mq. 390, viale G. Leopardi n. 132, p.S1, rendita € 1.329,36; p.lla 1379 sub 39, ctg. C/6, mq. 1.020, viale G. Leopardi n. 132, p.S2, rendita € 3.854,54. L’unità urbana risulta attualmente libera da persone e cose. Il 1°p. interrato si compone di uno spazio destinato a garage confinante con via G. Chiriatti, nonché con il rimanente spazio destinato a deposito prospicente sulla via G. Leopardi. Il 2°p. interrato è interamente destinato a garage. Esiste un impianto antincendio, perfettamente funzionante, ora a servizio del piano terra, con centrale idrica e pompe antincendio ubicate nel vano ricavato sotto l’intradosso di copertura del solaio carrabile del primo tratto di rampa. Le opere di finitura, così come sopra sinteticamente descritte, si trovano in buono stato di manutenzione e tutti gli impianti sono adeguati alle normative vigenti. P.E.: a seguito di ricerche effettuate c/o l’Ufficio Tecnico di Lecce, è stato accertato che l’immobile, nella sua intera consistenza, è stato reso agibile mediante il rilascio in data 16.01.03 del regolare certificato di agibilità n. 1/C/2003 prot. n. 333874/2001. Ai fini della Legge n. 47 del 28.02.1985 le opere relative alla costruzione di tutto il complesso di cui fanno parte gli scantinati sono iniziate in data anteriore allo 01.09.1967 e che per opere eseguite successivamente sono state rilasciate dal Comune di Lecce i seguenti provvedimenti urbanistici: C.E. n. 40804 del 07.03.89; C.E. n. 131/90 del 30.07.90; C.E. in sanatoria n. 10614/95 del 22.03.99; C.E. in sanatoria n. 270/2000 del 04.05.00; C.E. in sanatoria n. 344/2000 del 07.06.00; C.E. in sanatoria n. 345/2000 del 07.06.00; C.E. in sanatoria n. 346/2000 del 07.06.00; C.E. in sanatoria n. 347/2000 del 07.06.00; C.E. in sanatoria n. 348/2000 del 07.06.00; C.E. in sanatoria n. 10626/95 del 02.12.98; C.E. in sanatoria n. 10624/95 del 04.12.98; C.E. in sanatoria n. 10623/95 prat. 1618 del 23.12.98; C.E. in sanatoria n. 10623/95 prat. 1619 del 23.12.98; C.E. in sanatoria n. 10621/95 prat. 1620 del 23.12.98; C.E. in sanatoria n. 721/99 del 27.10.99. Per il lotto 2: successivamente alla aggiudicazione il trasferimento avverrà con atto notarile ed a spese dell’aggiudicatario c/o il notaio Rocco Mancuso con studio in Lecce: in sede di rogito oltre al procuratore speciale ad hoc autorizzato avv. Cosimo Ruppi, comparirà il legale rappresentante per rendere le dichiarazioni che la legge impone siano rese dal venditore e per adempimenti o rilascio di documenti o dichiarazioni di natura fiscale.

Gli immobili di cui sopra vengono venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, tutto, come meglio descritto nell’elaborato peritale depositato dal c.t.u. e disponibile per la consultazione, unitamente alla presente ordinanza, sui siti internet: pvp.giustizia.it/pvp e www.oxanet.it che deve essere consultata dall’offerente, ed alle quali si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. L’aggiudicazione non produrrà alcun effetto traslativo, e pertanto il trasferimento del bene sarà effettuato solo con gli adempimenti di cui all’art. 107 Co.3 L.F., e solo previo deposito a mani del liquidatore giudiziario del saldo prezzo. La vendita verrà formalizzata tramite decreto di trasferimento limitatamente al lotto 1 e atto notarile di compravendita c/o Notaio Rocco Mancuso da Lecce entro e non oltre 30 gg. dal versamento del saldo prezzo limitatamente al lotto 2. In caso di aggiudicazione, ove necessario, l’immobile dovrà essere dotato di attestato di prestazione energetica prima della stipula dell’atto di trasferimento. Le spese per la predisposizione di tale attestato, ove non presente, saranno a carico dell’aggiudicatario. Regime fiscale: gli oneri fiscali e le altre spese di vendita ed aggiudicazione sono a carico dell’aggiudicatario. Sono a carico della procedura esclusivamente le spese di cancellazione dei gravami. Il soggetto interessato può chiedere al Liquidatore la prenotazione di una visita esclusivamente tramite il Portale delle Vendite Pubbliche (https://pvp.giustizia.it).

Prezzo base: € 810.000,00
Prezzo base ridotto: € -
Rilancio minimo: € 20.000,00
Prezzo di stima: € -
Cauzione: € 81.000,00
Spese: € -

Immagini allegate

Indirizzo: Via G. Leopardi - Lecce (Lecce)