Tribunale di Lecce

FALLIMENTO 43/14

Dati annuncio

Tipologia di vendita: S.I.
Data vendita S.I.: 29/06/2018
Orario vendita S.I.: 10.30


Giudice:
Carolina Elia

Ausiliario:
Rossella De Lorenzis
Tel. 0832/316808
Cell. 346/2303047

Email: rossella.delorenzis@libero.it


Allegati:


Lotti

Lotto 1 - Immobile

Piena proprietà per la quota di 1000/1000 di immobile ubicato nella zona industriale alla via M. Chiatante ang. via Slovenia. NCEU fgl. 174, p.lla 439, ctg. D/1 sub 3; piano inter. sub 4; piano rialz. sub 5; p.1° e rialzato sub 6; lastricato solare sub 7 bene comune non censibile. La proprietà è pervenuta con atto di compravendita immobiliare. Con C.E. n. 21 del 15.03.03 veniva autorizzato il progetto per la realizzazione di un impianto produttivo a destinazione commerciale-artigianale. In seguito, con permesso a costruire n. 175/05 del 04.04.05 veniva autorizzato il progetto per una variante in corso d’opera alla C.E. n. del 15.03.03. Inoltre, con permesso a costruire n. 532 del 08.10.08 veniva autorizzato il progetto di variante in corso d’opera al permesso a costruire n. 175/05 del 04.04.05. Giusta comunicazione di inizio lavori n. 559 del 20.12.11, venivano autorizzati lavori di manutenzione straordinaria. Il fabbricato è stato dichiarato agibile a mezzo di regolare certificazione, rilasciata dal dirigente del U.T.C.  settore urbanistico n. 2/S/2012 del 20.02.12. Descrizione dell’immobile: il fabbricato è stato realizzato su un lotto avente sup. di mq. 13.962, con I.F.F. 4,00 mc/mq. e rapp./cop. 40% con destinazione urbanistica “D1” come da strumento urbanistico vigente P.R.G. del Comune di Lecce. L’edificio è costituito da 2 corpi di fabbrica collegati tra loro. Una palazzina su 3 livelli costituita da un piano interrato, p.t. e p.1°, avente una sup. lorda per piano di mq. 322,23 ca e da un capannone su 2 livelli, costituito da piano interrato e p.t. per una sup. lorda di mq. 2.330,20 ca per piano. La palazzina al piano interrato è destinata a cucina sperimentale e laboratorio sperimentale, al p.t. e p.1° è destinata ad uffici. I collegamenti verticali avvengono a mezzo di 2 corpi scala, collocati per singolo corpo di fabbrica, oltre a un montacarichi ed un ascensore. Il capannone, al p.t. è costituito da:- un locale destinato ad esposizione e vendita di attrezzature e arredi per negozi (mq. 916,60 ca);- un locale destinato al carico e scarico merci (mq. 215,88 ca); - un locale destinato a deposito di arredi ed attrezzature usate (mq. 181,91 ca); - un locale destinato a deposito della merce in consegna (mq. 292,10 ca); - un locale destinato a deposito (mq. 93 ca); - 4 officine per la riparazione di bilance, banchi-frigo ed attrezzature in genere per negozi (per un tot. di mq. 226,06 ca); - 5 box per la vendita e assistenza clienti, oltre ai vani tecnici ed ai servizi destinati a clienti e addetti (wc, spogliatoio, refettorio); - un locale adibito a falegnameria (mq. 370 ca). Al piano interrato: un locale destinato a garage con zona filtro e manovra (mq. 470,61 ca); - un locale destinato a deposito (mq. 1.756 ca). Il predetto bene è meglio descritto nella relazione di stima dell’Arch. Paolo Tavolaro del 03.10.14 che deve essere consultata dall’offerente ed alla quale si fà espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. La vendita verrà effettuata a corpo e non a misura nell’attuale consistenza del bene, con tutti gli oneri, le servitù attive e passive, e come pervenuto all’espropriato. La vendita è soggetta ad IVA ove ne ricorrano le condizioni. L’immobile è ricadente in agglomerato industriale di Lecce-Surbo di titolarità del Consorzio ASI e gestito dallo stesso Ente. Il regolamento di gestione suoli approvato, da ultimo, con delibera dell’assemblea generale e pubblicato sul BURP in data 06.08.15 al n. 112, prevede all’art. 13 comma 9 “La vendita o la locazione di manufatti o parti di essi deve i essere preventivamente autorizzata dal Consorzio, previa verifica della compatibilità territoriale dell'attività dell'azienda utilizzatrice finale, che dovrà dichiarare di aver preso visione ed accettare il presente Regolamento nonché gli strumenti urbanistici consortili e comunali vigenti”. Inoltre, all’art. 8 dello stesso regolamento, è disciplinato il Contributo per la gestione e per la manutenzione delle infrastrutture, delle opere e degli impianti e servizi di interesse comune dell’agglomerato in cui è ubicata l’area, che dovrà essere corrisposto dall’acquirente alla presentazione del progetto dell’iniziativa. Il Contributo è calcolato per la sup. fondiaria necessaria a realizzare le opere, ai sensi delle norme tecniche di attuazione, il cui valore unitario è determinato annualmente dal CdA del Consorzio. Con delibera n. 296 del 15.12.15 il CdA ha fissato in € 6,00 al mq. il contributo stesso e, pertanto, per i lotti oggetto di vendita, verificata la compatibilità urbanistica dell’iniziativa che si insedierà, l’acquirente dovrà corrispondere al consorzio il prezzo relativo al Contributo per la gestione e per la manutenzione delle infrastrutture, delle opere e degli impianti e servizi di interesse comune dell’agglomerato in cui è ubicata l’area e/o l’immobile cosi come disciplinato dall’art 8 del RGS. Con riguardo al contributo per la gestione e manutenzione delle infrastrutture dovuto dal futuro acquirente al Consorzio ASI, si rinvia al supplemento di perizia redatto dall’Arch. Tavolaro in data 14.04.17.

Prezzo base: € 669.230,00
Prezzo base ridotto: € -
Rilancio minimo: € 15.000,00
Prezzo di stima: € -
Cauzione: € 66.923,00
Spese: € -

Il lotto non ha immagini allegate

Indirizzo: Via M. Chiatante - Lecce (Lecce)