Tribunale di Lecce

R.G.E. 456/19 - Vendita Telematica Asincrona

Dati annuncio

Tipologia di vendita: S.I.
Data vendita S.I.: 09/11/2021
Orario vendita S.I.: 12.00


Professionista delegato:
Antonio Cerfeda
Tel. 0832/301033
Cell. 339/3073216

Email: cerfeda.antonio@ordavvle.legalmail.it


Allegati:


Lotti

Lotto 1 - Compendìo immobiliare

A) Appartamento quota 1/1 in Via A. Diaz e Via Caduti Soletani n. 38-40 della sup. commerciale di 60 mq. Il lotto è costituito da 3 unità immobiliari separate catastalmente ma nella realtà interconnesse tra di loro da vari collegamenti interni e da un'unica scala e non separabili. Il corpo A è una porzione dell'appartamento che occupa tutto il 1°p., insieme al sub 2 (corpo C). In particolare il corpo A corrisponde alla zona notte dell'appartamento costituita da un corridoio-ingresso, 3 stanze da letto e un bagno. Nel corridoio una porta comunica con il 1°p. del sub 2 (corpo C) dove è situata la zona giorno dell'appartamento che non ha pertanto altro accesso dalla scala se non attraverso il corridoio. Si accede alla scala da via Caduti Soletani n. 40, collegando tramite una porta anche il locale commerciale al p.t. del sub 4 (corpo B), l'ammezzato non accatastato, l'ammezzato accatastato e il 1°p. del sub 2 (corpo C). Lungo la scala di accesso sono presenti 2 vani ammezzati non accatastati compresi tra il p.t. (sub 4 corpo B) e questo sub 5. Non è presente un impianto di riscaldamento. Il bagno è raggiungibile tramite alcuni gradini trovandosi sopra la scala di accesso. La sup. utile è 46,32 mq. e la sup. commerciale 60 mq. L'appartamento necessita di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria. A metà della scala di accesso al 1°p. si trova un ammezzato non accatastato adibito a deposito, composto da 2 vani dei quali il 2° ha una finestra su via Caduti Soletani. L'altezza interna è 2,04 m. e 1,91 m. La sup. utile dell'ammezzato è 23,81 mq. e la sup. commerciale 27,58 mq. L'unità immobiliare oggetto di valutazione è posta al p.1°, ha un'altezza interna di 3 m. NCEU fgl. 20, p.lla 1117 sub 5, ctg. A/4, cl. 3, vani 5, rendita € 178,18 indirizzo catastale: via Caduti Soletani n. 21, p.t.-1, derivante da variazione del 29.01.16 prot. n. LE0017956 in atti dal 29.01.16. Variazione per modifica identificativo (n. 6165.1/2016) ex fgl. 20 p.lla 1575 sub 2. L'intero edificio sviluppa 2 piani, 2 piani fuori terra, 0 piano interrato. Immobile costruito nel 1960. A.1) Cantina, composta da 2 vani, sviluppa una sup. commerciale di 27,58 mq. Con accesso dalla scala composto da 2 vani dei quali il 2° ha una finestra su via Caduti Soletani. L'altezza non li rende abitabili ma utilizzabili soltanto come depositi. B) Negozio, quota 1/1, in Via A. Diaz e via Caduti Soletani n. 38-40, della sup. commerciale di 51,02 mq. Locale commerciale ad angolo tra via Caduti Soletani e via Armando Diaz. Ha un ingresso da via Diaz n. 40, un altro ingresso da via Caduti Soletani n. 38 e un 3° ingresso dal corpo scala di via Caduti Soletani n. 40. È composto da 3 vani: il 1°, ad angolo tra le vie, è di vecchia costruzione (1939), coperto da volta a spigolo con altezza in chiave 4,80 m. ed è collegato da un ampio arco con il vano sulla strada del p.t. del sub 2 (corpo C) anch'esso coperto da volta a spigolo; il 2° ed il 3° vano sono coperti da solaio piano ed hanno altezze differenti interne 2,64 m. e 2,55 m., inferiori al minimo necessario per i locali commerciali e pari a 2,70 m. Rispetto alla planimetria catastale vi sono delle difformità: la porta collegante il vano d'angolo con i retrostanti 2 vani è stata murata mentre il 1° vano con accesso dalla scala è stato collegato con il p.t. del corpo C tramite una porta che affaccia sulla chiostrina del fabbricato. Attualmente il vano d'angolo non è utilizzato mentre i 2 vani retrostanti sono depositi. Tutti i vani necessitano di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria e una vecchia ristrutturazione dell'intonaco delle pareti e dell'impianto elettrico non è mai stata terminata. Inoltre il locale è privo di servizi igienici che sono obbligatori per ottenere l'agibilità come locale commerciale. La sup. utile compl. è 39,38 mq. e la sup. commerciale è 51,02 mq. L'unità immobiliare oggetto di valutazione è posta al p.t., ha un'altezza interna varia. NCEU fgl. 20, p.lla 1117 sub 4, ctg. C/1, cl. 3, consistenza 32 mq., rendita € 418,12 indirizzo catastale: via Armando Diaz n. 27, p.t., derivante da variazione toponomastica del 28.05.16 prot. n. LE0130048 in atti dal 28.05.16 variazione toponomastica derivante da aggiornamento ANSC (n. 59651.1/2016) ex fgl. 20 p.lla 1575 sub 1. L'intero edificio sviluppa 2 piani, 2 piani fuori terra, 0 piano interrato. Immobile costruito nel 1960. C) Negozio quota 1/1 in Via A. Diaz e Via Caduti Soletani n. 38-40, della sup. commerciale di 133,45 mq. Il corpo C si sviluppa su 3 livelli non comunicanti tra di loro: p.t., p. ammezzato, p.1°. Pur essendo accatastato tutto come locale commerciale in realtà ha 3 destinazioni d'uso diverse per ogni piano. Il p.t., locale commerciale, ha accesso da via Armando Diaz n. 38: il 1° ambiente coperto da volta a spigolo è stato realizzato nel 1939 ed è collegato da un ampio arco al locale commerciale del corpo A, l'ambiente retrostante è coperto da solaio piano con altezza 3,30 m. così come il successivo 3° ambiente ma con altezza interna 2,41 m. Sono presenti delle porte oggi murate che consentivano il collegamento con la chiostrina e il wc del locale oggi però accorpati al corpo A e solo da esso raggiungibili, frazionamento questo effettuato senza P.E. Il p. ammezzato ha accesso dalla scala del corpo A) ed è composto da 2 vani: il 1° ad L con altezza interna 2,10 m. ed il 2° con altezza interna 1,30 m; utilizzati come depositi prendevano luce e aria dalla chiostrina ma essa è però stata superiormente coperta da un solaio in vetrocemento. Il 1°p. è destinato a zona giorno dell'appartamento unico creato con il sub 5 (corpo A): questa porzione dell'appartamento non ha un accesso diretto dalla scala ma è raggiungibile attraversando il corridoio-ingresso dell'altra parte dell'appartamento ed è costituito soltanto dal vano pranzo, dalla cucina e dal terrazzo su via Diaz. La cucina ha una finestra con affaccio nella chiostrina. L'altezza interna è 2,80 m. Sul terrazzo una scala esterna in ferro porta al terrazzo di copertura. Non è dotato di impianto di riscaldamento. Tutti i vani che compongono il p.t. necessitano di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria. Nel 3° vano sul pavimento sono presenti delle tracce mai richiuse per il passaggio dell'impianto di scarico delle acque verso la fognatura. Gli intonaci sono in parte rifatti ma non terminati così come la tinteggiatura delle pareti. I servizi igienici sono assenti. I 2 vani dell'ammezzato destinati a deposito hanno altezza inferiore ai minimi di legge per essere agibili. Il 1°p., destinato a zona giorno dell'appartamento, necessita di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria. La sup. utile del p.t. è 40,79 mq., la sup. commerciale del p.t. è 50,22 mq. La sup. utile del p. ammezzato è 24,45 mq., la sup. commerciale del p. ammezzato è 24,45 mq., la sup. commerciale del p. ammezzato è 28,95 mq. La sup. utile del p.1° è 28,53 mq., la sup. commerciale del 1°p. è 54,28 mq. L'unità immobiliare oggetto di valutazione è posta al p.t., p. ammezzato, p.1°, ha un'altezza interna varia. NCEU fgl. 20, p.lla 1117 sub 2, ctg. C/1, cl. 2, consistenza 61 mq., rendita € 683,63 indirizzo catastale: via Armando Diaz, p.t.-1°, derivante da variazione toponomastica del 28.05.16 prot. n. LE0130010 in atti dal 28.05.16 variazione toponomastica derivante da aggiornamento ANSC (n. 59613.1/2016). Sulle planimetrie catastali al p.1° è indicata una scala in comunione con la proprietà adiacente. Questa scala con accesso murato da via Diaz oggi non è più praticabile nè dal 1°p. nè dal p.t. dove è visibile una porta murata in quanto con il vicino è pendente c/o il Tribunale di Lecce giudizio tra la parte debitrice e i confinanti per l'utilizzo comune della scala. L'intero edificio sviluppa 2 piani, 2 piani fuori terra, 0 piano interrato. Immobile costruito nel 1960. Stato di possesso: occupato. Conformità catastale: sono state rilevate le seguenti difformità: 1) non sono accatastati i 2 depositi ammezzati situati a metà della scala per il 1°p. tra il p.t. (corpo B) e il 1°p. (corpo A); 2) vi sono difformità tra lo stato attuale e le planimetrie catastali. In seguito alla CILA in sanatoria per regolarizzare le difformità interne rilevate sarà necessario accatastare nuovamente le unità immobiliari. Soprattutto per il corpo C su 3 livelli, oggi accatastato tutto come C/1 locale commerciale, andrà modificata la destinazione d'uso del 1°p. in quanto destinato alla zona giorno dell'appartamento che prende tutta la sup. del 1°p. (corpo A zona notte ed ingresso). L'immobile risulta non conforme, ma regolarizzabile. Le difformità sono regolarizzabili mediante pratica di accatastamento. Conformità urbanistica: l’immobile risulta conforme. Conformità edilizia: sono state rilevate le seguenti difformità: nel corpo A: rispetto all'ultimo progetto approvato (N.O. per la esecuzione di lavori edili del 19.05.60) la scala per il 1°p. è stata realizzata a 2 rampe parallele e non ad una rampa ad elle, pertanto nel progetto approvato l'ingresso all'appartamento è in posizione più avanzata, non è presente il corridoio, non c'è il bagno che invece è stato realizzato. Nel corpo B: rispetto all'ultimo progetto approvato (N.O. per la esecuzione di lavori edili del 19.05.60) vi sono difformità. Nel progetto approvato il 1° vano non ha accesso dalla scala ed è di dimensioni inferiori mentre allo stato attuale ha una porta di accesso dalla scala ed è di dimensioni maggiori. Nel progetto la scala per il 1°p. era ad L mentre è stata realizzata a 2 rampe parallele. Nel 1° vano è anche presente una porta di collegamento aperta con l'adiacente p.t. del sub 2 accorpando la chiostrina e il piccolo vano un tempo adibito a bagno. Nel corpo C: vi sono difformità interne tra l'ultimo progetto approvato con C.E. in sanatoria 424/331 e lo stato di fatto. Al p.t. sono state murate alcune porte di comunicazione con il wc e la chiostrina che sono invece oggi collegati al p.t. del corpo B. Al 1°p. è stato eliminato il tramezzo tra cucina e vano pranzo. La chiostrina è stata superiormente chiusa da un solaio in vetrocemento che non permette l'areazione di tutti i vani che si affacciano in essa. Le difformità sono regolarizzabili mediante ripristino dello stato autorizzato tramite riapertura e chiusura delle porte e demolizione del solaio in vetrocemento della chiostrina. L'immobile risulta non conforme, ma regolarizzabile. P.E.: autorizzazione edilizia n. senza numero/1939, per lavori di progetto di una casa in via Armando Diaz, presentata il 07.05.39. Il titolo è riferito solamente a progetto di costruzione di una parte del p.t. ad angolo tra via Diaz e Via Caduti Soletani. Il progetto comprende anche una porzione di fabbricato oggi di altra proprietà. N.O. per opere edilizie n. senza numero/1960, per lavori di ampliamento e sopraelevazione di una costruzione in via Armando Diaz, rilasciata il 19.05.60, agibilità del 03.01.62. Il titolo è riferito solamente a porzione dell'attuale fabbricato, quello ad angolo tra via Caduti Soletani e via Diaz: ampliamento del p.t. (oggi fgl. 20 p.lla 1117 sub 4), realizzazione della scala per il 1°p. e realizzazione del 1°p. (oggi fgl. 20 p.lla 1117 sub 5). In seguito alla realizzazione del 1°p. sono stati realizzati i locali deposito mai accatastati con accesso dalla scala, compresi tra il p.t. ed il 1°p., al livello ammezzato. C.E. in sanatoria (art. 13 L. 28.2.85 n. 47) n. 424/331, per lavori di ampliamento a p.t. e sopraelevazione, presentata il 30.09.86 prot. n. 6905, rilasciata il 23.09.94 prot. n. 424/331. Il titolo è riferito solamente a corpo C, fgl. 20, p.lla 1117 sub 2.

Il predetto bene è meglio descritto nella relazione di stima dell’Arch. Francesco D’Ercole del 04.04.20 che deve essere consultata dall’offerente ed alla quale si fa espresso rinvio, anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sul bene.

• Asta Telematica Asincrona

• Gestore: Gruppo Edicom Rete Di Imprese

• Modalità di presentazione delle offerte e partecipazione all’asta telematica sul sito:  http://venditepubbliche.giustizia.it

Prezzo base: € 64.888,00
Prezzo base ridotto: € 48.666,00 (offerta minima di partecipazione)
Rilancio minimo: € 1.000,00
Prezzo di stima: € -
Cauzione: € 10% del prezzo offerto
Spese: € -

Immagini allegate

Indirizzo: Via A. Diaz - Soleto (Lecce)