Tribunale di Lecce

R.G.E. 646/16 - Vendita Telematica Sincrona Mista

Dati annuncio

Tipologia di vendita: S.I.
Data vendita S.I.: 17/01/2019
Orario vendita S.I.: 10.10


Professionista delegato:
Luciano Ninno
Tel. 0832/232027
Cell. 393/9292981

Email: studioninno@libero.it


Allegati:


Lotti

Lotto 1 - Abitazione

Piena proprietà per la quota di 1/4 di abitazione, posta al p.t. e 1°p., in Via Roma n. 28, della sup. commerciale di ca 125,75 mq. NCEU fgl. 16, p.lla 369 sub 1 e 2, ctg. A/4, cl. 2, vani 4,5 p.t. e p.1°, rendita € 183,60. P.E.: c/o l’ufficio tecnico del Comune di Taviano è risultato che l’immobile in oggetto è stato realizzato in base al progetto dell’abitazione approvato con N.O. per l’esecuzione di lavori edili n. 50 il 31.08.68 rilasciato dal Sindaco di Taviano con il quale si autorizzava a costruire una casa di abitazione composta da 2 vani e da 3 accessori. Per tale P.E. non risulta rilasciata la dichiarazione di agibilità dell’immobile. Dal confronto tra la costruzione adesso esistente e quella a suo tempo autorizzata dal Comune di Taviano, si rilevano le seguenti difformità relative ad ampliamenti compiuti in assenza di autorizzazione edilizia e pertanto da ritenersi abusivi: ampliamento volumetrico totale p.t.: sup. = mq. 16,62 volume = mc. 50,11; ampliamento volumetrico tot. p.1°: sup. = mq. 39,95 volume = mc. 119,12 tot. mq. 56,57 mc. 169,23. Inoltre è stata rilevata la realizzazione delle seguenti difformità di sup. ai p.t e p.1°: scala esterna nell’ortale e relativo pianerottolo a p.1°della sup. di mq. 5,01; veranda coperta a 1°p. della sup. di mq. 10,70. La sanabilità dei suddetti abusi non è realizzabile in quanto ai sensi dell’art. 32 della Legge n. 326/2003 e dell’art. 167 del D.Lgs. n. 42/2004 (codice Urbani) le opere abusive, in assenza o in difformità del titolo abilitativo edilizio, non sono suscettibili di sanatoria se realizzate su immobili (come quello in questione) soggetti ai vincoli imposti in conformità a leggi statali o regionali a tutela dei beni ambientali e paesaggistici. Pertanto le maggiori sup. e i relativi maggiori volumi attinenti le difformità innanzi precisate dovranno essere eliminati con la demolizione. Esistono difformità catastali regolarizzabili.

I beni sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’esperto Ing. Giuseppe Sarno del 19.05.17 che deve essere consultata dal presentatore dell’offerta ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni.

• Asta Telematica

• Gestore: Aste Giudiziarie Inlinea Spa

• La vendita si terrà in modalità sincrona mista c/o il Tribunale di Lecce in Via Brenta, nei locali appositamente adibiti.

• Modalità di presentazione delle offerte e partecipazione all’asta telematica sul sito: http://venditepubbliche.giustizia.it

Prezzo base: € 22.450,00
Prezzo base ridotto: € 16.837,70 (offerta minima di partecipazione)
Rilancio minimo: € 1.000,00
Prezzo di stima: € -
Cauzione: € 10% del prezzo offerto
Spese: € -

Immagini allegate

Indirizzo: Via Roma n. 28 - Marina di Mancaversa - Taviano (Lecce)


Lotto 2 - Abitazione

Piena proprietà per la quota di 1/4 di abitazione, posta al p.t., in C.da Li Specchi, Via D. Manin n. 23, della sup. commerciale di ca 135,58 mq. NCEU fgl. 3, p.lla 595, ctg. A/3, cl. 3, vani 5,5 p.t., rendita € 218,72. P.E.: l’immobile fu realizzato in base ad un progetto approvato con licenza di costruzione n. 317 il 14.09.73 a firma del Sindaco del Comune di Racale. Per tale P.E. non risulta rilasciata la dichiarazione di agibilità dell’immobile. Dal confronto tra la costruzione adesso esistente e quella a suo tempo autorizzata dal Comune di Racale, si rilevano le seguenti difformità relative ad ampliamenti compiuti in assenza di autorizzazione edilizia e pertanto da ritenersi abusivi: maggiore sup. dell’ingresso-salotto per la mancata realizzazione sul fronte anteriore della veranda coperta: mq. 1,80x1,90 = mq. 3,42 mc. 11,29; maggiore sup. dei letti 1 e 2: mq. 4,70x0,43 = mq. 2,02 mc. 6,67; maggiori sup. letto 2 e tinello: mq. (1,93x4,70+6,53x2,61) = mq. 26,11 mc. 86,16; maggiori sup. bagno e cucina: mq. (2,31x2,68+2,50x2,68) = mq. 12,89 mc. 37,59; sommano mq. 44,44 mc.141,71. Inoltre nello stesso immobile pignorato è stata rilevata la realizzazione delle seguente difformità di sup.: veranda coperta sul fronte posteriore, compresa tra il bagno e la cucina con sup. pari a: mq. 1,72x2,68 = mq. 4,61. La sanabilità dei suddetti abusi non è realizzabile in quanto ai sensi dell’art. 32 della Legge n. 326/2003 e dell’art. 167 del D.Lgs. n. 42/2004 (codice Urbani) le opere abusive, in assenza o in difformità del titolo abilitativo edilizio, non sono suscettibili di sanatoria se realizzate su immobili (come quello in questione) soggetti ai vincoli imposti in conformità a leggi statali o regionali a tutela dei beni ambientali e paesaggistici. Pertanto le maggiori sup. e i relativi maggiori volumi attinenti le difformità innanzi precisate dovranno essere eliminati con la demolizione. Esistono difformità catastali regolarizzabili.

I beni sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’esperto Ing. Giuseppe Sarno del 19.05.17 che deve essere consultata dal presentatore dell’offerta ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni.

• Asta Telematica

• Gestore: Aste Giudiziarie Inlinea Spa

• La vendita si terrà in modalità sincrona mista c/o il Tribunale di Lecce in Via Brenta, nei locali appositamente adibiti.

• Modalità di presentazione delle offerte e partecipazione all’asta telematica sul sito: http://venditepubbliche.giustizia.it

Prezzo base: € 25.176,00
Prezzo base ridotto: € 18.882,00 (offerta minima di partecipazione)
Rilancio minimo: € 1.000,00
Prezzo di stima: € -
Cauzione: € 10% del prezzo offerto
Spese: € -

Immagini allegate

Indirizzo: Via D. Manin n. 23 - Torre Suda - Racale (Lecce)