Tribunale di Lecce

R.G.E. 79/19 - Vendita Telematica Asincrona

Dati annuncio

Tipologia di vendita: S.I.
Data vendita S.I.: 07/09/2021
Orario vendita S.I.: 11.00


Professionista delegato:
Nadia Arnesano
Tel. -
Cell. 29/9713982

Email: nadiaarnesanolecce@gmail.com


Allegati:


Lotti

Lotto 1 - Negozio

Piena proprietà quota 1/1 di negozio in Via Michelangelo Buonarroti n. 6, quartiere Ferrovia-Leuca, della sup. commerciale di 70 mq. Immobile composto da locale commerciale a p.t. (int. 4) e sottolocale a p. interrato (int. 13), entrambi all’int. di un fabbricato per civili abitazioni, con accesso da via Buonarroti n. 6. Un unico vano, oltre a disimpegno e servizio igienico, per una sup. utile di ca 33 mq. collegato internamente al sottolocale a p. interrato, della sup. utile di ca 55 mq., quest’ultimo dotato anche di accesso indipendente dalla corsia di manovra comune condominiale e di accesso ai box presente al p. interrato del fabbricato ed in condivisione con altre proprietà. NCEU fgl. 239, p.lla 1419 sub 4 e p.lla 1418 sub 28 unità graffate, ctg. C/1, cl. 6, mq. 54, rendita € 1.302,40 indirizzo catastale Via R. Sanzio snc, p.S1-p.t., int. 4. Situazione urbanistica: PRG vigente, in forza di delibera Giunta Regionale n. 3919 del 01.08.89 e n. 6649 del 22.11.89 l'immobile ricade in zona B12. Norme tecniche di attuazione ed indici: art. 54 - zone B12 residenziali urbane con edificazione a schiera ed in linea delle N.T.A. Sono state rilevate le seguenti difformità edilizie: con riferimento allo stato assentito, su entrambi i livelli l'immobile è stato messo in comunicazione con i locali adiacenti che costituiscono il lotto 2 della presente relazione: a p.t. è stata aperta una porta nel muro di delimitazione con l'int. 5 ed a p. interrato sono state rimosse 2 delle tramezzature di delimitazione con l’adiacente sottolocale (int. 12). Allo stato attuale le 2 unità risultano unificate. Le difformità sono regolarizzabili mediante: accertamento di conformità e ripristino dello stato assentito a mezzo di SCIA in sanatoria ai sensi dell'art. 37 del D.P.R. 380/2001 e s.m.i. e successiva presentazione di S.C.A. L'immobile risulta non conforme, ma regolarizzabile. Sono state rilevate le seguenti difformità catastali: rispetto alla planimetria catastale esistente, risulta che su entrambi i livelli l'immobile è stato messo in comunicazione con i locali adiacenti che costituiscono il lotto 2 della presente relazione: a p.t. è stata aperta una porta nel muro di delimitazione con l'int. 5 ed a p. interrato sono state rimosse 2 delle tramezzature di delimitazione con l’adiacente sottolocale (int. 12). Attualmente quindi a livello planimetrico le unità del presente lotto 1 e dell'adiacente lotto 2 risultano unificate. Le difformità sono regolarizzabili. Conformità urbanistica: l'immobile risulta conforme. Stato di possesso: libero. P.E. comuni ai lotti: C.E. n. 182/78 per lavori di costruzione di un fabbricato per civili abitazioni sul lotto contraddistinto con la lettera H/8 del piano di lottizzazione, rilasciata il 04.07.78 con il n. 182/78 di prot. Detto progetto, presentato in data 22.07.77 e registrato il 25.07.77 al n.18701 di prot., veniva esaminato favorevolmente dalla Commissione Edilizia Comunale nella seduta del 23.06.78 con la condizione che i distacchi con i fabbricati limitrofi rispettino quelli previsti dall’art.47 del Regolamento Edilizio Comunale. Lo stesso progetto veniva autorizzato con C.E. n. 182/78 del 04.07.78 alle seguenti condizioni particolari: 1) che prima dell’inizio dei lavori sia inviata copia di progetto con riportato il N.O. del Comando Prov. dei VV.FF. 2) che i distacchi con i fabbricati limitrofi rispettino quelli prescritti dal vigente R. E. C. dell’art.47. Con provvedimento n.11350 del 16.05.79 venivano prorogati di un anno i termini relativi alla citata C.E. Autorizzazione n. 39407/81, per lavori di varianti in corso d’opera al fabbricato per civili abitazioni sul lotto contraddistinto con la lettera H/8 del piano di lottizzazione, rilasciata il 17.05.82 con il n. 39407/81 di prot. Detto progetto di variante, presentato in data 30.10.81 ed acquisito al prot. generale n. 39407 del 05.11.81, veniva esaminato favorevolmente dalla Commissione Edilizia Comunale nelle sedute del 14.01.82 e del 13.03.82, ed autorizzato dal Sindaco con provvedimento n. 39407/81 del 17.05.82 fermo restando l'osservanza delle prescrizioni inserite nell'originaria C.E. Autorizzazione n. 4239/H8/85 per lavori di varianti in corso d’opera al fabbricato per civili abitazioni sul lotto contraddistinto con la lettera H/8 del piano di lottizzazione, rilasciata il 13.02.85 con il n. 4239/H8/85 di prot. Con autorizzazione n. 4239/H8/85 del 13.02.85 a seguito di istanza acquisita al prot. n. 4239 del 06.02.85, veniva autorizzata a completare l’edificio ricadente nel lotto contraddistinto con la lettera L/H8 del piano di lottizzazione convenzionato con atto n. 75100 del 13.05.70 fermo restando le prescrizioni contenute nella originaria C.E., e che i lavori di che trattasi venissero completati nei successivi 18 mesi. Successivamente, ai fini del rilascio del certificato di abitabilità, presentava il rilevo delle varianti interne, che veniva esaminato favorevolmente dalla Commissione Edilizia Comunale nella seduta del 11.11.86, ed approvato dal Sindaco in data 10.04.87. Con atto a favore del Comune di Lecce a firma Notaio Domenico Mancuso del 24.03.87, per se e per i suoi aventi causa a qualsiasi titolo ha vincolato e destinato per sempre sup. e vol. In data 28.04.87 veniva rilasciata dichiarazione di abitabilità.

I predetti beni sono meglio descritti nella relazione di stima del Ing. Mario Sarno del 15.10.19 che deve essere consultata dal presentatore dell’offerta ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni.

• Asta Telematica Asincrona

• Gestore: Oxanet.it Spa

• Modalità di presentazione delle offerte e partecipazione all’asta telematica sul sito: http://venditepubbliche.giustizia.it

Prezzo base: € 48.985,94
Prezzo base ridotto: € 36.739,45 (offerta minima di partecipazione)
Rilancio minimo: € 1.000,00
Prezzo di stima: € -
Cauzione: € 10% del prezzo offerto
Spese: € -

Immagini allegate

Indirizzo: Via Michelangelo Buonarroti n. 6 - Lecce (Lecce)


Lotto 2 - Negozio

Piena proprietà quota 1/1 di negozio in Via Michelangelo Buonarroti n. 8/C, quartiere Ferrovia-Leuca, della sup. commerciale di 73,50 mq. Immobile composto da locale commerciale a p.t. (int. 5) e sottolocale a p. interrato (int. 12), entrambi all’interno di un fabbricato per civili abitazioni, con accesso da via M. Buonarroti al n. 8. L’unità a p.t. consta di 2 vani, oltre a disimpegno e servizio igienico, per una sup. utile di ca 35 mq., ed è collegata internamente al sottolocale a p. interrato, della sup. utile di ca 57 mq., quest’ultimo dotato anche di accesso indipendente dalla corsia di manovra comune condominiale e di accesso ai box presente al p. interrato del fabbricato ed in condivisione con altre proprietà. NCEU fgl. 239, p.lla 1419 sub 5 e p.lla 1418 sub 27 unità, zona censuaria 1, ctg. C/1, cl. 6, mq. 58, rendita € 1.398,88 indirizzo catastale: Via Raffaello Sanzio snc, p.S1-p.t., int. 5. Situazione urbanistica: PRG vigente, in forza di delibera Giunta Regionale n. 3919 del 01.08.89 e n.6649 del 22.11.89, l'immobile ricade in zona B12. Norme tecniche di attuazione ed indici: art. 54 - Zone B12 - residenziali urbane con edificazione a schiera ed in linea delle Norme Tecniche di Attuazione, riportato in allegato alla Relazione tecnica. Sono state rilevate le seguenti difformità edilizie: con riferimento allo stato assentito, su entrambi i livelli l'immobile è stato messo in comunicazione con i locali adiacenti che costituiscono il lotto 1 della presente relazione: a p.t. sono stati realizzati un'apertura nel muro di delimitazione con l'int. 4 ed un divisorio in muratura che suddivide il vano principale in 2 ambienti; inoltre, in corrispondenza della vetrina sul prospetto ad Est, dall'int. risulta un tamponamento in muratura. A p. interrato sono state rimosse 2 delle tramezzature di delimitazione con l’adiacente sottolocale (int. 13). Allo stato attuale, pertanto, le 2 unità risultano unificate. Le difformità sono regolarizzabili. Sono state rilevate le seguenti difformità catastali: rispetto alla planimetria catastale esistente, risulta che su entrambi i livelli l'immobile è stato messo in comunicazione con i locali adiacenti che costituiscono il lotto 1 della presente relazione: a p.t. è stata realizzata un'apertura nel muro di delimitazione con l'int. 4 ed un divisorio in muratura che suddivide il vano principale in 2 ambienti; inoltre, in corrispondenza della vetrina sul prospetto ad Est, dall'int. è stato posizionato un tamponamento in muratura. Al p. interrato sono state rimosse 2 delle tramezzature di delimitazione con l’adiacente sottolocale (int. 13). Attualmente quindi a livello planimetrico le unità del presente lotto 2 e dell'adiacente lotto 1 risultano unificate. Le difformità sono regolarizzabili. Conformità urbanistica: l'immobile risulta conforme. Stato di possesso: libero. P.E. comuni ai lotti: C.E. n. 182/78 per lavori di costruzione di un fabbricato per civili abitazioni sul lotto contraddistinto con la lettera H/8 del piano di lottizzazione, rilasciata il 04.07.78 con il n. 182/78 di prot. Detto progetto, presentato in data 22.07.77 e registrato il 25.07.77 al n.18701 di prot., veniva esaminato favorevolmente dalla Commissione Edilizia Comunale nella seduta del 23.06.78 con la condizione che i distacchi con i fabbricati limitrofi rispettino quelli previsti dall’art.47 del Regolamento Edilizio Comunale. Lo stesso progetto veniva autorizzato con C.E. n. 182/78 del 04.07.78 alle seguenti condizioni particolari: 1) che prima dell’inizio dei lavori sia inviata copia di progetto con riportato il N.O. del Comando Prov. dei VV.FF. 2) che i distacchi con i fabbricati limitrofi rispettino quelli prescritti dal vigente R. E. C. dell’art.47. Con provvedimento n.11350 del 16.05.79 venivano prorogati di un anno i termini relativi alla citata C.E. Autorizzazione n. 39407/81, per lavori di varianti in corso d’opera al fabbricato per civili abitazioni sul lotto contraddistinto con la lettera H/8 del piano di lottizzazione, rilasciata il 17.05.82 con il n. 39407/81 di prot. Detto progetto di variante, presentato in data 30.10.81 ed acquisito al prot. generale n. 39407 del 05.11.81, veniva esaminato favorevolmente dalla Commissione Edilizia Comunale nelle sedute del 14.01.82 e del 13.03.82, ed autorizzato dal Sindaco con provvedimento n. 39407/81 del 17.05.82 fermo restando l'osservanza delle prescrizioni inserite nell'originaria C.E. Autorizzazione n. 4239/H8/85 per lavori di varianti in corso d’opera al fabbricato per civili abitazioni sul lotto contraddistinto con la lettera H/8 del piano di lottizzazione, rilasciata il 13.02.85 con il n. 4239/H8/85 di prot. Con autorizzazione n. 4239/H8/85 del 13.02.85 a seguito di istanza acquisita al prot. n. 4239 del 06.02.85, veniva autorizzata a completare l’edificio ricadente nel lotto contraddistinto con la lettera L/H8 del piano di lottizzazione convenzionato con atto n. 75100 del 13.05.70 fermo restando le prescrizioni contenute nella originaria C.E., e che i lavori di che trattasi venissero completati nei successivi 18 mesi. Successivamente, ai fini del rilascio del certificato di abitabilità, presentava il rilevo delle varianti interne, che veniva esaminato favorevolmente dalla Commissione Edilizia Comunale nella seduta del 11.11.86, ed approvato dal Sindaco in data 10.04.87. Con atto a favore del Comune di Lecce a firma Notaio Domenico Mancuso del 24.03.87, per se e per i suoi aventi causa a qualsiasi titolo ha vincolato e destinato per sempre sup. e vol. In data 28.04.87 veniva rilasciata dichiarazione di abitabilità.

I predetti beni sono meglio descritti nella relazione di stima del Ing. Mario Sarno del 15.10.19 che deve essere consultata dal presentatore dell’offerta ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni.

• Asta Telematica Asincrona

• Gestore: Oxanet.it Spa

• Modalità di presentazione delle offerte e partecipazione all’asta telematica sul sito: http://venditepubbliche.giustizia.it

Prezzo base: € 46.506,06
Prezzo base ridotto: € 34.879,54 (offerta minima di partecipazione)
Rilancio minimo: € 1.000,00
Prezzo di stima: € -
Cauzione: € 10% del prezzo offerto
Spese: € -

Immagini allegate

Indirizzo: Via Michelangelo Buonarroti n. 8/C - Lecce (Lecce)