Tribunale di Lecce

FALLIMENTO 71/06 - Vendita Telematica Asincrona

Dati annuncio

Tipologia di vendita: S.I.
Data vendita S.I.: 15/09/2021
Orario vendita S.I.: 09.00


Professionista delegato:
Luca Maggiulli
Tel. 0832/493722
Cell. -

Email: luca.maggiulli@libero.it


Allegati:


Lotti

Lotto 1 - Locale

Locale artigianale in Via Silvio Pellico n. 53, p.t. Si precisa che attualmente l’immobile è accastato interamente con destinazione garage in difformità dalle destinazioni d’uso riportate nei titoli abilitativi rilasciati locali artigianali. NCEU fgl. 2, p.lla 1367 sub 5, ctg. C/6, cl. 3, mq. 140, sup. catastale mq. 160, rendita € 231,37, via Silvio Pellico, p.t., Unità immobiliare avente destinazione d’uso al p.t. con annesso scoperto antistante, ubicata in zona semicentrale, edificata ed urbanizzata. Conformità catastale: il rilievo dello stato dei luoghi è conforme alla relativa planimetria catastale dell’intero locale, ma non è rappresentata la divisione muraria tra i 2 locali ed inoltre il locale è destinato a garage e non a laboratori artigianali (associazione culturale, come da titolo abilitativo - D.I.A. n. 1/05 del 14.01.05). Oneri di regolarizzazione urbanistica e catastale: la regolarizzazione urbanistica mediante eventuale SCIA in sanatoria per completamento dei relativi lavori, comporta un costo presunto non inferiore a € 1.500,00 che sarà ripartito in misura del 50% con il locale adiacente (€ 750,00). L’eventuale regolarizzazione catastale, mediante la redazione di nuovo accatastamento, comporta per oneri catastali e spese tecniche un costo presunto non inferiore a € 1.500,00 che sarà ripartito in misura del 50% con il locale adiacente (€ 750,00). Pertanto, per la regolarizzazione urbanistico-catastale si prevede un costo presunto non inferiore a € 1.500,00. Trattasi di un fabbricato a 3 piani fuori terra realizzato su un lotto di mq. 884, di cui fa parte il locale al p.t. Detto locale, come descritto in precedenza, è stato oggetto di frazionamento in 2 distinte unità immobiliari (D.I.A. n. 1/05 del 14.01.2005), per cui il locale in questione al civ. 53 presenta una destinazione d’uso di locale per associazione culturale. Trova accesso da scoperto antistante, prospiciente via Silvio Pellico, mediante un’ampie aperture con infisso vetrato, sviluppa una sup. coperta di mq. 78,50, con piccolo spazio scoperto antistante. Accessibile dal civ. 53, all’interno del quale sono state realizzate separazioni con pareti in cartongesso, presenta un ambiente destinato a ingresso-attesa, zona lavoro e zona retrostante destinata a ripostiglio e servizio igienico. Presenta pavimentazione in mattoni di ceramica di colore chiaro, pareti interne intonacate e tinteggiate di colore bianco, infissi in legno, serramenti esterni in alluminio elettroverniciato di colore verde, con saracinesca metallica quelli su via S. Pellico, rivestimenti murarie esterni di colore chiaro, e nel complesso necessità di interventi di manutenzione e/o completamento considerato che sembrerebbe i lavori non siano stati mai ultimati. Lo scoperto antistante prospiciente via S. Pellico è delimitato con muro di recinzione basso e soprastanti inferriate metalliche, presenta piccole aiuole con piante arbustive. Caratteristiche costruttive: edificio a struttura portante in c.a. e coperture piane a solaio di tipo latero-cementizio. Consistenza per destinazione: locale al p.t. civ. 53, sup. coperta al p.t. mq. 78,5. Stato di manutenzione e conservazione: l’immobile al p.t. non presenta buone condizioni di manutenzione e conservazione e pertanto necessità di ordinari interventi di manutenzione. Valutazione dell’immobile: in considerazione della tipologia costruttiva, dell’ubicazione, della posizione, della consistenza, delle condizioni di manutenzione e conservazione, delle indagini presso gli operatori del settore immobiliare della zona, della verifica urbanistico-edilizia e catastale eseguita sui fabbricati, si espone quanto segue: locale artigianale al p.t. civ. 53, sup. coperta di mq. 78,50 - mq. 78,50x €/mq. 530,00 = € 41.605,00; a detrarre oneri di regolarizzazione urbanistico-catastale € 1.500,00; a detrarre oneri per cancellazione formalità € 1.500,00; valore dell’immobile € 38.605,00; in conto tondo € 38.500,00. Presso gli uffici comunali si é riscontrata l’esistenza dei seguenti titoli abilitativi: C.E. n. 43/1978 del 02.11.78 riguardante il progetto per la costruzione di 2 appartamenti a p.1° e p.2°, più garage a p.t. da erigersi in via S. Pellico. C.E. in sanatoria ai sensi dell’art. 13 L. 47/85 per maggiore sup. coperta al p.t., p.1° e 2°, e ampliamento e variazione d’uso del p.t. da locale garage a laboratorio artigianale-calzificio, in via S. Pellico. Denuncia di inizio attività n. 1/05 prot. 313 del 14.01.05 riguardante il progetto di divisione di un locale artigianale in locale associazione culturale e locale per parrucchiere, in via S. Pellico. Conformità urbanistico-edilizia: il rilievo dello stato dei luoghi risulta conforme agli elaborati progettuali allegati ai titoli abilitativi rilasciati, ad eccezione del muro di separazione in corrispondenza della zona retrostante destinata a servizi igienici, non realizzato. Si precisa inoltre che presso gli uffici comunali, con riferimento alla DIA n. 1/05 prot. 313 del 14.01.05, non si è riscontrata l’esistenza della comunicazione di fine lavori. Provenienza (relazione ventennale Rag. Calabrese): al ventennio, il terreno distinto nel NCT fgl. 2, p.lla 463 di are 4.44, era di proprietà di: ***. In virtù donazione per not. Mario Finizzi del 27.08.70, rep. reg. a Galatina il 02.09.70 al n. 1665, trascritta presso l’Agenzia delle Entrate – Servizi di Conservatoria RR.II. l’11.09.70 ai nn. 43146 generale e 38603 particolare. Con atto di donazione (accettata) per not. Stefania Monosi del 27.03.01, rep.10442, trascritta presso l’Agenzia del Territorio - Conservatoria RR.II. il 12.04.01 ai nn. 12122 generale e 9638 particolare; il sig. ***, dona, tra l’altro: unità urbane in via Silvio Pellico n. 51, 53 e 55, NCEU fgl. 2, p.lla 1367 sub 5, ctg. C/6, mq. 140, al p.t. e p.lla 1367 sub 6, ctg. A/3, vani 6 al 1°p. Indagine ipotecaria (relazione ventennale Rag. Calabrese): iscrizioni o trascrizioni pregiudizievoli, al ventennio, comprese eventuali domande giudiziali dal 05.06.06 sino a tutto il 24.03.21: a) Costituzione di fondo patrimoniale nn. 40491 generale e 30033 particolare del 13.10.04, atto per not. Alfredo Cillo del 13.09.04, rep. 201047; b) Sentenza dichiarativa di fallimento nn. 27396 generale e 18085 particolare del 27.06.07, emessa dal Tribunale di Lecce il 05.06.06. Nel ventennio in esame per i soggetti sopra generalizzati si rilevano le seguenti trascrizioni: obbligo edilizio nn. 36175 generale e 29784 particolare del 31.10.90, atto per not. Antonio Novelli del 17.10.90; con il presente atto il sig. *** ha prestato il suo consenso per l’asservimento al manufatto di cui al progetto edilizio approvato dalla C.E.C. di Neviano il 12.09.90, concessione n. 72, ed eventuali successive varianti debitamente approvate ed autorizzate dell’area che ha espresso la relativa volumetria prevista dallo strumento urbanistico vigente in Neviano. Detta area è costituita dal suolo in via S. Pellico, NCT fgl. 2, p.lla 463. Gli oneri relativi alla cancellazione delle formalità pregiudizievoli, relative a iscrizioni ipotecarie, trascrizione del pignoramento e della sentenza dichiarativa di fallimento: detti gravami saranno cancellati a cura dell’acquirente aggiudicatario. Si rilevano inoltre le seguenti formalità pregiudizievoli, e precisamente: domanda giudiziale (revoca atti soggetti a trascrizione) n. 11464 generale e 7616 particolare del 14.03.08, notif. Uff. Giudiz. UNEP Lecce del 25.02.08; per accertare e dichiarare ex art. 2901 c.c. l’inefficacia nei confronti dell’amministrazione fallimentare *** quindi revocare l’atto di costituzione di fondo patrimoniale rogato con atto per not. Alfredo Cillo del 13.09.04, trascritto il 13.10.04 ai nn. 40491/30033; sequestro conservativo n. 22481 generale e 14896 particolare del 14.06.10, emesso dal Tribunale di Lecce il 29.03.10. Si stima in € 1.500,00 l’onere per la cancellazione delle formalità sopra indicate che non saranno cancellate con il Decreto di Trasferimento del Giudice Delegato.

L’offerta non inferiore di oltre 1/4 del prezzo base sarà considerata efficace ai sensi dell’art. 571 cpc. N.B.: il prezzo di aggiudicazione è da intendersi oltre imposte, tributi ed oneri per legge; le spese notarili sono ad esclusivo carico dell’acquirente.

I predetti beni sono meglio descritti nella relazione di stima del CTU Studio d’Ingegneria Ing. Mauro Pellè, via Cosimo De Giorgi n. 19 - Lecce, che deve essere consultata dall'offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l'esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. La vendita avverrà per via telematica, attraverso la piattaforma www.garatelematica.it. Per le modalità e le condizioni di partecipazione all’asta si fa espresso rinvio al regolamento di gara disponibile sul portale.

• Asta Telematica Asincrona

• Gestore: Oxanet.it Spa

• Modalità di presentazione delle offerte e partecipazione all’asta telematica sul sito: http://venditepubbliche.giustizia.it

Prezzo base: € 38.500,00
Prezzo base ridotto: € -
Rilancio minimo: € 1.000,00
Prezzo di stima: € -
Cauzione: € 10% del prezzo offerto
Spese: € -

Immagini allegate

Indirizzo: Via Silvio Pellico n. 53 - Neviano (Lecce)


Lotto 2 - Locale

Locale artigianale in Via Silvio Pellico n. 55, p.t. Si precisa che attualmente l’immobile è accatastato interamente con destinazione garage in difformità dalle destinazioni d’uso riportate nei titoli abilitativi rilasciati locali artigianali. NCEU fgl. 2, p.lla 1367 sub 5, ctg. C/6, cl. 3, mq. 140, sup. catastale mq. 160, rendita € 231,37, via Silvio Pellico, p.t. Unità immobiliare avente destinazione d’uso al p.t. con annesso scoperto antistante, ubicata in zona semicentrale, edificata ed urbanizzata. Conformità urbanistico-edilizia: il rilievo dello stato dei luoghi risulta conforme agli elaborati progettuali allegati ai titoli abilitativi rilasciati, ad accezione del muro di separazione in corrispondenza della zona retrostante destinata a servizi igienici, non rilevato. Si precisa inoltre che presso gli uffici comunali, con riferimento alla DIA n. 1/05 prot. 313 del 14.01.05 non si è riscontrata l’esistenza della comunicazione di fine lavori. Conformità catastale: il rilievo dello stato dei luoghi è conforme alla relativa planimetria catastale dell’intero locale, ma non è rappresentata la divisione muraria tra i 2 locali ed inoltre il locale è destinato a garage e non a laboratori artigianali (locale per parrucchiere, come da titolo abilitativo -D.I.A. n. 1/05 del 14.01.05). Oneri di regolarizzazione urbanistica e catastale: la regolarizzazione urbanistica mediante eventuale SCIA in sanatoria per completamento dei relativi lavori, comporta un costo presunto non inferiore a € 1.500,00 che sarà ripartito in misura del 50% con il locale adiacente (€ 750,00). L’eventuale regolarizzazione catastale, mediante la redazione di nuovo accatastamento, comporta per oneri catastali e spese tecniche un costo presunto non inferiore a € 1.500,00 che sarà ripartito in misura del 50% con il locale adiacente (€ 750,00). Pertanto, per la regolarizzazione urbanistico-catastale si prevede un costo presunto non inferiore a € 1.500,00. Trattasi di un fabbricato a 3 piani fuori terra realizzato su un lotto di mq. 884, di cui fa parte il locale al p.t. Detto locale, come descritto in precedenza, è stato oggetto di frazionamento in 2 distinte unità immobiliari (D.I.A. n. 1/05 del 14.01.05), per cui il locale in questione al civ. 55 presenta una destinazione d’uso di locale per parrucchiere. Trova accesso da scoperto antistante, prospiciente via Silvio Pellico, mediante un’ampia apertura con infisso vetrato, sviluppa una sup. coperta di mq. 81, con piccolo spazio scoperto antistante. Accessibile dal civ. 55, presenta un unico ambiente (urbanisticamente destinato a locale per parrucchiere) e zona retrostante destinata a deposito prodotti e servizio igienico. Presenta pavimentazione in mattoni di ceramica di colore chiaro, pareti interne intonacate e tinteggiate di colore bianco, infissi in legno, serramenti esterni in alluminio elettroverniciato di colore verde, con saracinesca metallica quelli su via S. Pellico, rivestimenti murarie esterni di colore chiaro, e nel complesso necessità di interventi di manutenzione e/o completamento considerato che sembrerebbe i lavori non siano stati mai ultimati. Lo scoperto antistante, prospiciente via S. Pellico, è delimitato con muro di recinzione basso e soprastanti inferriate metalliche, presenta piccole aiuole con piante arbustive. Caratteristiche costruttive: edificio a struttura portante in c.a. e coperture piane a solaio di tipo latero-cementizio. Consistenza per destinazione: locale al p.t. civ. 55, sup. coperta al p.t. mq. 81. Stato di manutenzione e conservazione: l’immobile al p.t. non presenta buone condizioni di manutenzione e conservazione e pertanto necessità di ordinari interventi di manutenzione. Valutazione dell’immobile: in considerazione della tipologia costruttiva, dell’ubicazione, della posizione, della consistenza, delle condizioni di manutenzione e conservazione, delle indagini presso gli operatori del settore immobiliare della zona, della verifica urbanistico-edilizia e catastale eseguita sui fabbricati, si espone quanto segue: locale al p.t. civ. 55, sup. coperta di mq. 81, mq. 81 x €/mq. 530,00 = € 42.930,00; a detrarre oneri di regolarizzazione urbanistico-catastale € 1.500,00; a detrarre oneri per cancellazione formalità € 1.500,00; valore dell’immobile € 39.930,00; in conto tondo € 39.500,00. Presso gli uffici comunali si é riscontrata l’esistenza dei seguenti titoli abilitativi: C.E. n. 43/1978 del 02.11.78 riguardante il progetto per la costruzione di 2 appartamenti a p.1° e p.2°, più garage a p.t. da erigersi in via S. Pellico. C.E. in sanatoria ai sensi dell’art. 13 L. 47/85 per maggiore sup. coperta al p.t., p.1° e 2°, e ampliamento e variazione d’uso del p.t. da locale garage a laboratorio artigianale-calzificio, in via S. Pellico. Denuncia di inizio attività n. 1/05 prot. 313 del 14.01.05 riguardante il progetto di divisione di un locale artigianale in locale associazione culturale e locale per parrucchiere, in via S. Pellico. Conformità urbanistico-edilizia: il rilievo dello stato dei luoghi risulta conforme agli elaborati progettuali allegati ai titoli abilitativi rilasciati, ad eccezione del muro di separazione in corrispondenza della zona retrostante destinata a servizi igienici, non realizzato. Si precisa inoltre che presso gli uffici comunali, con riferimento alla DIA n. 1/05 prot. 313 del 14.01.05, non si è riscontrata l’esistenza della comunicazione di fine lavori. Provenienza (relazione ventennale Rag. Calabrese): al ventennio, il terreno distinto nel NCT fgl. 2, p.lla 463 di are 4.44, era di proprietà di: ***. In virtù donazione per not. Mario Finizzi del 27.08.70, rep. reg. a Galatina il 02.09.70 al n. 1665, trascritta presso l’Agenzia delle Entrate – Servizi di Conservatoria RR.II. l’11.09.70 ai nn. 43146 generale e 38603 particolare. Con atto di donazione (accettata) per not. Stefania Monosi del 27.03.01, rep.10442, trascritta presso l’Agenzia del Territorio - Conservatoria RR.II. il 12.04.01 ai nn. 12122 generale e 9638 particolare; il sig. ***, dona, tra l’altro: unità urbane in via Silvio Pellico n. 51, 53 e 55, NCEU fgl. 2, p.lla 1367 sub 5, ctg. C/6, mq. 140, al p.t. e p.lla 1367 sub 6, ctg. A/3, vani 6 al 1°p. Indagine ipotecaria (relazione ventennale Rag. Calabrese): iscrizioni o trascrizioni pregiudizievoli, al ventennio, comprese eventuali domande giudiziali dal 05.06.06 sino a tutto il 24.03.21: a) Costituzione di fondo patrimoniale nn. 40491 generale e 30033 particolare del 13.10.04, atto per not. Alfredo Cillo del 13.09.04, rep. 201047; b) Sentenza dichiarativa di fallimento nn. 27396 generale e 18085 particolare del 27.06.07, emessa dal Tribunale di Lecce il 05.06.06. Nel ventennio in esame per i soggetti sopra generalizzati si rilevano le seguenti trascrizioni: obbligo edilizio nn. 36175 generale e 29784 particolare del 31.10.90, atto per not. Antonio Novelli del 17.10.90; con il presente atto il sig. *** ha prestato il suo consenso per l’asservimento al manufatto di cui al progetto edilizio approvato dalla C.E.C. di Neviano il 12.09.90, concessione n. 72, ed eventuali successive varianti debitamente approvate ed autorizzate dell’area che ha espresso la relativa volumetria prevista dallo strumento urbanistico vigente in Neviano. Detta area è costituita dal suolo in via S. Pellico, NCT fgl. 2, p.lla 463. Gli oneri relativi alla cancellazione delle formalità pregiudizievoli, relative a iscrizioni ipotecarie, trascrizione del pignoramento e della sentenza dichiarativa di fallimento: detti gravami saranno cancellati a cura dell’acquirente aggiudicatario. Si rilevano inoltre le seguenti formalità pregiudizievoli, e precisamente: domanda giudiziale (revoca atti soggetti a trascrizione) n. 11464 generale e 7616 particolare del 14.03.08, notif. Uff. Giudiz. UNEP Lecce del 25.02.08; per accertare e dichiarare ex art. 2901 c.c. l’inefficacia nei confronti dell’amministrazione fallimentare *** quindi revocare l’atto di costituzione di fondo patrimoniale rogato con atto per not. Alfredo Cillo del 13.09.04, trascritto il 13.10.04 ai nn. 40491/30033; sequestro conservativo n. 22481 generale e 14896 particolare del 14.06.10, emesso dal Tribunale di Lecce il 29.03.10. Si stima in € 1.500,00 l’onere per la cancellazione delle formalità sopra indicate che non saranno cancellate con il Decreto di Trasferimento del Giudice Delegato.

L’offerta non inferiore di oltre 1/4 del prezzo base sarà considerata efficace ai sensi dell’art. 571 cpc. N.B.: il prezzo di aggiudicazione è da intendersi oltre imposte, tributi ed oneri per legge; le spese notarili sono ad esclusivo carico dell’acquirente.

I predetti beni sono meglio descritti nella relazione di stima del CTU Studio d’Ingegneria Ing. Mauro Pellè, via Cosimo De Giorgi n. 19 - Lecce, che deve essere consultata dall'offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l'esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. La vendita avverrà per via telematica, attraverso la piattaforma www.garatelematica.it. Per le modalità e le condizioni di partecipazione all’asta si fa espresso rinvio al regolamento di gara disponibile sul portale.

• Asta Telematica Asincrona

• Gestore: Oxanet.it Spa

• Modalità di presentazione delle offerte e partecipazione all’asta telematica sul sito: http://venditepubbliche.giustizia.it

Prezzo base: € 39.500,00
Prezzo base ridotto: € -
Rilancio minimo: € 1.000,00
Prezzo di stima: € -
Cauzione: € 10% del prezzo offerto
Spese: € -

Immagini allegate

Indirizzo: Via Silvio Pellico n. 55 - Neviano (Lecce)


Lotto 3 - Abitazione

Abitazione in Via Silvio Pellico n. 51, p.1°. NCEU fgl. 2, p.lla 1367 sub 6, ctg. A/3, cl. 3, vani 6, sup. catastale mq. 140, rendita € 251,00, via Silvio Pellico n. 51, p.1°. Unità immobiliare a destinazione residenziale con accesso da vano scala al p.t. civ. 51, ubicata in zona semicentrale, edificata ed urbanizzata. Conformità urbanistico-edilizia: il rilievo dello stato dei luoghi risulta conforme agli elaborati progettuali allegati ai titoli abilitativi rilasciati ad eccezione della rimozione del tramezzo del disimpegno alla zona notte. Conformità catastale: il rilievo dello stato dei luoghi è conforme alla relativa planimetria catastale, ad esclusione della mancata indicazione delle pertinenze scoperte al p.t. in conformità dei titoli abilitativi rilasciati. Oneri di regolarizzazione urbanistica e catastale: l’eventuale regolarizzazione urbanistica per quanto sopra evidenziato, per oneri e P.E., comporta un costo presunto non inferiore a € 1.000,00. L’eventuale regolarizzazione catastale comporta, per oneri catastali e spese tecniche, un costo presunto non inferiore a € 1.000,00. Pertanto, per la regolarizzazione urbanistico-catastale si prevede un costo presunto non inferiore a € 2.000,00. L’abitazione al p.1° trova accesso da vano scala posto al p.t. che consente l’accesso al p.1° e p.2°, sviluppa una sup. residenziale coperta di mq. 140,32, con balcone antistante mq. 13,30, e terrazzo retrostante di mq. 31 (attualmente comunicante con cortile retrostante al p.t. mediante scala esterna). L’abitazione presenta pavimentazione in mattoni di ceramica cm. 30x30 e 40x40 di colore chiaro, pareti interne intonacate e tinteggiate in colori chiari, infissi in legno, serramenti esterni in alluminio elettroverniciato di colore nero e vetro-camera con persiane di colore verde, impianto di riscaldamento con corpi radianti in alluminio e caldaia murale esterna, rivestimenti murari esterni che necessitano di interventi di manutenzione. Lo scoperto al p.t. destinato a parcheggio per gli alloggi al p.1° e p.2° (in conformità ai titoli abilitativi rilasciati) esteso mq. 130 ca (50% mq. 65), nella parte antistante risulta pavimentato con lastre di pietra naturale, illuminazione con corpi illuminanti a sfera, cancello d’ingresso automatizzato; nella zona retrostante risulta incolto ed in abbandono. Si precisa che lo scoperto di pertinenza si presenta allo stato indiviso ed è direttamente fruibile sia dal p.1° tramite scala esterna retrostante, nonché dal vano scala da cui si accede anche all’appartamento al p.2° (quest’ultimo non oggetto della procedura fallimentare). Si sottolinea pertanto che si renderà eventualmente necessario operare una divisione fisica del suddetto scoperto di pertinenza al p.t. Caratteristiche costruttive: edificio a struttura in muratura portante in c.a. e coperture piane a solaio di tipo latero-cementizio. Consistenza per destinazione e coefficienti di ragguaglio: le sup. dell’area scoperta al p.t., considerato che come già detto attualmente risulta indivisa, viene attribuita in funzione delle indicazioni riportate nei titoli abilitativi rilasciati. Abitazione p.1° sup. coperta mq. 140,32; vano scala p.t. mq. 25 (50%) mq. 12,50; balconi antistante mq. 13,30; terrazzo retrostante mq. 31; scoperto di pertinenza mq. 130 (50%) mq. 65. Stato di manutenzione e conservazione: l’immobile al p.1° versa in stato di abbandono e necessità di interventi di manutenzione. Valutazione dell’immobile: in considerazione della tipologia costruttiva, dell’ubicazione, della posizione, della consistenza, delle condizioni di manutenzione e conservazione, delle quotazioni immobiliari OMI, delle indagini presso gli operatori del settore immobiliare della zona, della verifica urbanistico-edilizia e catastale eseguita sui fabbricati, si espone quanto segue: abitazione p.1°, sup. tot. lorda di mq. 197,12; sup. ragguagliata di mq. 167,59; mq. 167,59x €/mq. 580,00 = € 97.202,20; scoperto di pertinenza mq. 65 x €/mq. 70,00 = € 4.550,00; a detrarre oneri di regolarizzazione urbanistico-catastale € 2.000,00; a detrarre oneri per cancellazione formalità € 1.500,00; valore dell’immobile € 98.252,20; in conto tondo € 98.000,00. Presso gli uffici comunali si é riscontrata l’esistenza dei seguenti titoli abilitativi: C.E. n. 43/1978 del 02.11.78 riguardante il progetto per la costruzione di 2 appartamenti a p.1° e p.2°, più garage a p.t. da erigersi in via S. Pellico. C.E. in sanatoria ai sensi dell’art. 13 L. 47/85 per maggiore sup. coperta al p.t., p.1° e 2°, e ampliamento e variazione d’uso del p.t. da locale garage a laboratorio artigianale-calzificio, in via S. Pellico. Denuncia di inizio attività n. 1/05 prot. 313 del 14.01.05 riguardante il progetto di divisione di un locale artigianale in locale associazione culturale e locale per parrucchiere, in via S. Pellico. Conformità urbanistico-edilizia: il rilievo dello stato dei luoghi risulta conforme agli elaborati progettuali allegati ai titoli abilitativi rilasciati, ad eccezione del muro di separazione in corrispondenza della zona retrostante destinata a servizi igienici, non realizzato. Si precisa inoltre che presso gli uffici comunali, con riferimento alla DIA n. 1/05 prot. 313 del 14.01.05, non si è riscontrata l’esistenza della comunicazione di fine lavori. Provenienza (relazione ventennale Rag. Calabrese): al ventennio, il terreno distinto nel NCT fgl. 2, p.lla 463 di are 4.44, era di proprietà di: ***. In virtù donazione per not. Mario Finizzi del 27.08.70, rep. reg. a Galatina il 02.09.70 al n. 1665, trascritta presso l’Agenzia delle Entrate – Servizi di Conservatoria RR.II. l’11.09.70 ai nn. 43146 generale e 38603 particolare. Con atto di donazione (accettata) per not. Stefania Monosi del 27.03.01, rep.10442, trascritta presso l’Agenzia del Territorio - Conservatoria RR.II. il 12.04.01 ai nn. 12122 generale e 9638 particolare; il sig. ***, dona, tra l’altro: unità urbane in via Silvio Pellico n. 51, 53 e 55, NCEU fgl. 2, p.lla 1367 sub 5, ctg. C/6, mq. 140, al p.t. e p.lla 1367 sub 6, ctg. A/3, vani 6 al 1°p. Indagine ipotecaria (relazione ventennale Rag. Calabrese): iscrizioni o trascrizioni pregiudizievoli, al ventennio, comprese eventuali domande giudiziali dal 05.06.06 sino a tutto il 24.03.21: a) Costituzione di fondo patrimoniale nn. 40491 generale e 30033 particolare del 13.10.04, atto per not. Alfredo Cillo del 13.09.04, rep. 201047; b) Sentenza dichiarativa di fallimento nn. 27396 generale e 18085 particolare del 27.06.07, emessa dal Tribunale di Lecce il 05.06.06. Nel ventennio in esame per i soggetti sopra generalizzati si rilevano le seguenti trascrizioni: obbligo edilizio nn. 36175 generale e 29784 particolare del 31.10.90, atto per not. Antonio Novelli del 17.10.90; con il presente atto il sig. *** ha prestato il suo consenso per l’asservimento al manufatto di cui al progetto edilizio approvato dalla C.E.C. di Neviano il 12.09.90, concessione n. 72, ed eventuali successive varianti debitamente approvate ed autorizzate dell’area che ha espresso la relativa volumetria prevista dallo strumento urbanistico vigente in Neviano. Detta area è costituita dal suolo in via S. Pellico, NCT fgl. 2, p.lla 463. Gli oneri relativi alla cancellazione delle formalità pregiudizievoli, relative a iscrizioni ipotecarie, trascrizione del pignoramento e della sentenza dichiarativa di fallimento: detti gravami saranno cancellati a cura dell’acquirente aggiudicatario. Si rilevano inoltre le seguenti formalità pregiudizievoli, e precisamente: domanda giudiziale (revoca atti soggetti a trascrizione) n. 11464 generale e 7616 particolare del 14.03.08, notif. Uff. Giudiz. UNEP Lecce del 25.02.08; per accertare e dichiarare ex art. 2901 c.c. l’inefficacia nei confronti dell’amministrazione fallimentare *** quindi revocare l’atto di costituzione di fondo patrimoniale rogato con atto per not. Alfredo Cillo del 13.09.04, trascritto il 13.10.04 ai nn. 40491/30033; sequestro conservativo n. 22481 generale e 14896 particolare del 14.06.10, emesso dal Tribunale di Lecce il 29.03.10. Si stima in € 1.500,00 l’onere per la cancellazione delle formalità sopra indicate che non saranno cancellate con il Decreto di Trasferimento del Giudice Delegato.

L’offerta non inferiore di oltre 1/4 del prezzo base sarà considerata efficace ai sensi dell’art. 571 cpc. N.B.: il prezzo di aggiudicazione è da intendersi oltre imposte, tributi ed oneri per legge; le spese notarili sono ad esclusivo carico dell’acquirente.

I predetti beni sono meglio descritti nella relazione di stima del CTU Studio d’Ingegneria Ing. Mauro Pellè, via Cosimo De Giorgi n. 19 - Lecce, che deve essere consultata dall'offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l'esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. La vendita avverrà per via telematica, attraverso la piattaforma www.garatelematica.it. Per le modalità e le condizioni di partecipazione all’asta si fa espresso rinvio al regolamento di gara disponibile sul portale.

• Asta Telematica Asincrona

• Gestore: Oxanet.it Spa

• Modalità di presentazione delle offerte e partecipazione all’asta telematica sul sito: http://venditepubbliche.giustizia.it

Prezzo base: € 98.000,00
Prezzo base ridotto: € -
Rilancio minimo: € 1.000,00
Prezzo di stima: € -
Cauzione: € 10% del prezzo offerto
Spese: € -

Immagini allegate

Indirizzo: Via Silvio Pellico n. 51 - Neviano (Lecce)