Tribunale di Lecce

R.G.E. 532/14 - Vemdita Telematica Asincrona

Dati annuncio

Tipologia di vendita: S.I./C.I.
Data vendita S.I.: 09/04/2021
Orario vendita S.I.: 10.00
Data vendita C.I.: 16/04/2021
Orario vendita C.I.: 10.00


Professionista delegato:
Emanuele Liaci
Tel. -
Cell. 347/9537909

Email: corsoroma@libero.it


Allegati:


Lotti

Lotto 1 - Villa singola

Piena proprietà quota 1000/1000 di villa in Via Scotellaro n. 73. Posta a p.t. sviluppa una sup. reale lorda di mq. 4.934. NCEU fgl. 197, p.lla 739, ctg. A/7, cl. 4, vani 8,5 r.c. € 1.273,07; fgl. 197, p.lla 908, seminativo cl. 2, are 47,05, r.a. € 13,36 r.d. € 24,30; fgl. 197, p.lla 909, C/2, cl. 2, mq. 83, r.c. € 240,05; fgl. 197, p.lla 910, ctg. C/6, cl. 2, mq. 136, r.c. € 512,74. Il CTU fa presente che sulla p.lla 908 insistono 2 fabbricati riportati in catasto alle p.lle 909 e 910 sui quali non vi è trascrizione di pignoramento immobiliare pur facendo parte del complessivo lotto immobiliare. Il terreno risulta parzialmente pavimentato, sullo stesso è presente una piscina di ca mq. 85 urbanisticamente non autorizzata e oggetto di demolizione come da ordinanza emessa dal Comune di Lecce; è presente anche un campo da tennis privo di qualsiasi autorizzazione amministrativa; inoltre sono presenti 2 corpi accessori uno destinato a lavanderia, deposito, wc (p.lla 909), quasi adiacente alla villa, oggetto di condono e l’altro, destinato a garage (p.lla 910), oggetto di demolizione. Il 1° corpo accessorio, trattasi di locale destinato a lavanderia, deposito, wc avente una sup. di ca mq. 96, è stato realizzato abusivamente, ma è oggetto di domanda di condono edilizia ai sensi della legge 724/94 in corso di definizione; il 2° corpo accessorio è un locale posto a piano seminterrato, completamente abusivo poiché oggetto di diniego della domanda di sanatoria e soggetto a demolizione e ripristino dei luoghi. I 2 corpi accessori vengono stimati a seguito di incarico in udienza del 09.09.19 nella quale, essendo i 2 corpi accessori non oggetto di trascrizione di pignoramento, pur facenti parte del lotto immobiliare, sono stati inseriti dal G.E. purché il CTU precisi la loro situazione. Il terreno p.lla 908 ricade in parte in zona F33 parco attrezzato urbano, in parte zona per la viabilità e in parte in zona F38 verde di arredo stradale, in parte della zona grave Vincolo Militare. P.E.: prot. n. 39836 del 15.11.85 per la pratica di C.E. in sanatoria per lavori di costruzione abitazione, rilasciata il 22.04.98 al prot. n. 245. La concessione è riferita alla sola abitazione fgl. 197 p.lla 739, l’abitabilità della suddetta costruzione non risulta essere mai richiesta; prot. n. 9871 del 27.02.95 per la pratica di condono edilizio leg. 724/94 per lavori di realizzazione di 2 corpi di fabbrica accessori (garage e lavanderia). Detta pratica è riferita alle p.lle 910 (garage) e 909 (locale lavanderia) del fgl. 197, è stata istruita dal Comune di Lecce che con provvedimento prot. n. 1640C7 del 14.12.11 notificato in data 21.12.11 ha parzialmente diniegato l’istanza in sanatoria. In definitiva ha accolto la domanda per la p.lla 909 (lavanderia) e diniegato la p.lla 910 (garage). Per la definizione della pratica riferita alla p.lla 909 mancano documentazione ed oneri accessori da versare, descritti in perizia. Per quanto riguarda la p.lla 910, lo stesso dovrà essere demolito e quindi ripristinato lo stato dei luoghi. Prot. 69976 del 19.12.96 per la pratica di C.E. in sanatoria per lavori costruzione piscina. La richiesta non è stata mai autorizzata tanto che con ordinanza n. 425 del 12.11.96 il Comune di Lecce ingiungeva di demolire la piscina ritenuta non conforme alle norme urbanistiche previste per la zona in oggetto. Il CTU dichiara che alla data odierna non si è ancora provveduto ad effettuare la demolizione della piscina. Sono presenti diverse difformità e irregolarità urbanistico-edilizie e catastali meglio descritte in perizia del 10.10.19 alla quale si fa espresso rinvio, oltre al successivo elaborato peritale del 09.05.20 aggiornato solo per le trascrizioni pregiudizievoli relative ad atti di citazione per accertamento simulazione atti e impugnazione di acquisti per causa di morte.

I predetti beni sono meglio descritti nella relazione di stima del Geom. Pietro Caretto del 10.10.19 che deve essere consultata dal presentatore dell’offerta ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni.

• Asta Telematica Asincrona

• Gestore: Oxanet.it Spa

• Modalità di presentazione delle offerte e partecipazione all’asta telematica sul sito: http://venditepubbliche.giustizia.it

Prezzo base: € 265.265,00
Prezzo base ridotto: € 198.949,00 (offerta minima di partecipazione)
Rilancio minimo: € 5.000,00
Prezzo di stima: € -
Cauzione: € 10% del prezzo offerto
Spese: € -

Immagini allegate

Indirizzo: Via Scotellaro n. 73 - Lecce (Lecce)